PUBLICAZIONE I FIGLI DI HURIN

La storia dei figli di Húrin è gia stata pubblicata in varie forme a pezzi ne Il Silmarillion, nei Racconti incompiuti e in The History of Middle-earth, ma è la prima volta che viene pubblicata integralmente, in un’opera a sé stante e senza essere interrotta da un commento. Iniziato da Tolkien nel 1918, il romanzo è rimasto incompiuto.

L’edizione britannica è composta di 320 pagine ed è stata illustrata (20 illustrazioni in bianco e nero, 8 a colori più la sovracopertina) da Alan Lee. Contiene, inoltre, una nuova mappa del Beleriand disegnata da Christopher Tolkien.

La pubblicazione venne annunciata il 18 settembre 2006 con un comunicato stampa delle case editrici HarperCollins e Houghton Mifflin che riportavano anche un commento di Christopher Tolkien che descriveva la genesi dell’opera.

Alla Fiera del Libro di Francoforte Harper Collins ha compiuto la vendita dei diritti di pubblicazione nelle varie lingue.

 

PUBLICAZIONE I FIGLI DI HURINultima modifica: 2007-07-27T11:45:00+02:00da goldeneye73
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “PUBLICAZIONE I FIGLI DI HURIN

  1. L’epopea del Silmarillion finalmente inanella un nuovo, meraviglioso e brillante solitario. Il titanico lavoro di Christopher Tolkien ha finalmente visto la luce, segno che la miriade di appunti vaganti lasciati da Tolkien ha ancora molto da offrire ai suoi appassionati!!! Continua dunque l’interesse di Christopher Tolkien per la Prima Era della storia di Arda: già il Silmarillion era uno sforzo immane, staremo perciò a vedere quali segreti ci svelerà il figlio di Tolkien raccontando l’epopea degli uomini in uno spaccato temporale che iniziando dalla prima era ci porterà fino a Denethor e al lignaggio dei sovrintendenti di Gondor…Tutto ciò appare molto intrigante…Speriamo Bene!

    “Il Regno di Gondor è Mio!!!”
    “Non hai l’autorità per impedire il Ritorno del Re, Sovrintendente!!!”

    L’ombra che si addensa non ha ancora il sopravvento su di noi… c’è sempre speranza!!!

    Aragorn, figlio di Arathorn, Erede di Isildur ed Erede al Trono di Gondor.

Lascia un commento